0961.963832 320.6650655 info@operacalabresepellegrinaggi.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Paese*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
0961.963832 320.6650655 info@operacalabresepellegrinaggi.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Paese*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Portogallo

Tour Culturali
PARTENZA DALLA CALABRIA

Portogallo e Santiago De Compostela

7 Giorni
Data : Luglio 2020
Partenza dalla Calabria

Autobus Calabria/Aeroporti/Calabria INCLUSO
Portogallo e Spagna
1 bagaglio da stiva e 1 a mano
Hotel 3/4 stelle
Supp. Singola
Pensione Completa come da programma
Bevande ai pasti incluse
Visite ed escursioni con guida parlante italiano
Accompagnatore Tecnico

0
CAMMINO A PIEDI

Cammino di Santiago De Compostela

Quota€690
8 Giorni
Data : Da Aprile ad Ottobre

Inizio tour da Santiago
CAMMINO A PIEDI
Santiago de Compostela
Pensioni
Supp. Singola € 170,00
Trattamento di Mezza Pensione
Bevande ai pasti incluse

0
Introduzione

Il Portogallo (in portoghese: Portugal), è uno Stato membro dell’Unione europea. È collocato nella posizione più occidentale fra tutti gli Stati dell’Europa continentale.

Parte più occidentale della Penisola iberica, nell’Europa meridionale, affacciato sull’Oceano Atlantico, con circa 830 chilometri di coste a sud e a ovest, confina solo con la Spagna (Galizia a nord, Castiglia e León, Estremadura e Andalusia a est). Il suo territorio, corrispondente all’antica provincia romana di Lusitania, occupa una fascia di territorio lunga circa 700 km e larga 150/200 km che dai rilievi della Meseta iberica scende fino alla costa atlantica.

Favorito da questa particolare posizione, nel corso dei secoli il piccolo regno del Portogallo riuscì ad acquisire una notevole esperienza marinara che gli permise di costruire un vasto dominio coloniale, con possedimenti in tutti i continenti, dissoltosi solo negli anni settanta. Di esso rimangono i due arcipelaghi delle Azzorre e di Madera, che fanno parte del territorio nazionale come regioni autonome. Fa parte della NATO, del Consiglio d’Europa, dell’OCSE e dell’Unione europea.

L’ingresso nell’Unione europea è avvenuto il 1º gennaio 1986.

Clima

Nonostante l’estensione del territorio sia piuttosto limitata (meno di 1/3 dell’Italia) il Portogallo presenta forti differenze climatiche. Al nord il clima è atlantico, mite e molto piovoso durante tutte le stagioni. A sud il clima, è tipicamente mediterraneo e dunque secco. Le terre più interne, verso il confine con la Spagna, subiscono una fase di transizione dall’influssi oceanici a caratteristiche più continentali.

A nord, ovvero la parte più montuosa del Paese, il clima è decisamente atlantico, cioè con abbondanti precipitazioni e con l’influsso dell’oceano, attenuato dalla presenza di correnti fredde che lambiscono le coste. A sud di Lisbona e del Capo da Roca(la punta più occidentale) l’effetto della bassa latitudine prende il sopravvento e si accentua l’aridità, conseguenza di scarse piogge. Le caratteristiche climatiche del Portogallo favorirebbero lo sviluppo di boschi di querce, di castagni e di faggi. Tuttavia la pianta più diffusa al giorno d’oggi è l’eucalipto, utilizzato per la produzione di carta. Nelle zone costiere crescono il pino marittimo e talvolta a sud la palma nana.

Nell’arcipelago delle Azzorre, formato da nove isole montuose di origine vulcanica, il clima è temperato e umido e la vegetazione spontanea è ridotta a brevi tratti di foresta. Questo clima permette la vita a specie di vegetali diverse, ne è esempio il Parco di Terra Nostra.

Nel 1768 venne inaugurato il più antico giardino botanico del Portogallo: il Giardino botanico di Ajuda, fondato dal naturalista italiano Domenico Agostino Vandelli.

Nel 1971 è stato istituito il primo parco nazionale, quello di Peneda-Gerês, al confine settentrionale, ampio 70.000 ettari, dove, oltre a una lussureggiante vegetazione arborea, è presente una ricca fauna selvatica (stambecchi, caprioli, aquile, cavalli, cinghiali, volpi, pernici, rettili). Oggi esistono una ventina di aree protette di vario tipo (riserve e parchi naturali, aree di interesse paesaggistico).

L’arcipelago di Madera è chiamato il fiore dell’oceano. È di origine vulcanica e il suo clima è subtropicale, con scarsissima escursione termica: mite e costante, permette il turismo durante tutto l’arco dell’anno. Le uniche e piccole isole del Portogallo sono l’arcipelago delle Azzorre, le Berlengas e Madera.

Religione

In Portogallo è garantita la libertà religiosa e vige il principio della laicità dello Stato. Non vi è quindi una religione ufficiale.

In accordo con il XV Censimento della Popolazione (2011), si sono dichiarati cristiani l’84,3% dei portoghesi (cattolici 81%, protestanti 0,8%, ortodossa 0,6%, altri cristiani 1,8%), religiosi non cristiani lo 0,3%, musulmanilo 0,2%, atei e/o agnostici il 6,8% della popolazione.

Grazie a Fatima, il Portogallo è tra le mete di pellegrinaggio più ambite per i Cristiani.  Visualizza la pagina dedicata ai pellegrinaggi a Fatima

Città principali

Lisbona (3 milioni nell’area metropolitana), la capitale, è posta sulla riva destra del grande estuario del Tago. Sorge su sette colli. È una bella e vivace città dal carattere mediterraneo nonostante sia situata sull’Atlantico. Ha grandi viali alberati colorati e quartieri che si inerpicano sulle colline circostanti, dove sorge una lussureggiante vegetazione quasi tropicale. Le due rive dell’estuario, che nel suo punto più stretto è largo quasi un chilometro, sono collegate da due ponti: un gigantesco ponte di ferro, chiamato XXV de Abril; e il lunghissimo Ponte Vasco da Gama (circa 18 km). Il porto di Lisbona è il maggiore del paese e qui si trovano alcune delle principali industrie.

Porto (1 750 000 abitanti nella Grande Area Metropolitana), capoluogo della regione “Norte”, situata sull’Atlantico e il fiume Douro, è una città ricca di opere d’arte medievali e rinascimentali. È attraversata dal fiume Douro ed è il principale porto d’imbarco dei vini portoghesi largamente esportati in tutto il mondo, il più famoso di tutti il Porto. Il suo centro storico, che comprende l’antico quartiere della Ribeira è stato dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Principali centri urbani del Portogallo
Posizione Nome Regione Popolazione
1 Lisbona Lisbona 552.700
2 Vila Nova de Gaia Nord 302.296
3 Porto Nord 237.951
4 Amadora Lisbona 175.136
5 Braga Nord 136.885
6 Funchal Madera 111.541
7 Coimbra Centro 105.842
8 Setúbal Lisbona 98.131
9 Almada Lisbona 96.404
10 Agualva-Cacém Lisbona 79.805
11 Queluz Lisbona 75.169
12 Rio Tinto Nord 64.815
13 Barreiro Lisbona 63.353
14 Aveiro Centro 60.058
15 Viseu Centro 57.975
16 Odivelas Lisbona 56.847
17 Leiria Centro 50.533
18 Matosinhos Nord 49.486
19 Guimarães Nord 47.588
20 Faro Algarve 47.575
Instituto Nacional de Estatística censimento del 2011
Foto e Video
Info Utili

DOCUMENTI:
Carta d’identità valida per l’espatrio senza timbro di rinnovo.

TELEFONO:
Per chiamare dal Portogallo verso l’Italia, bisogna inserire il nostro prefisso internazionale +39 seguito dal numero fisso (compreso il prefisso con lo 0) o dal cellulare. Per farvi chiamare dall’Italia bisogna comporre lo 00 (prefisso internazionale) poi 351 (Portogallo) quindi il prefisso della città e poi il numero fisso.

CLIMA E ABBIGLIAMENTO:
Il clima di Lisbona/Fatima è fortemente influenzato dall’Oceano Atlantico che modera il caldo asfissiante dell’estate e riscalda le giornate invernali. Il clima portoghese è mite, con estati lunghe e calde e inverni non troppo freddi. Difficilmente si arriva a temperature prossime allo 0. Consigliamo pertanto, indipendentemente dalla stagione, di portare un capo pesante, un impermeabile, un ombrello e scarpe comode.

FUSO ORARIO:
Un ora in meno rispetto l’Italia

VALUTA:
Dal 1° gennaio 2002,in Portogallo è in vigore l’euro.

ASSISTENZA SANITARIA:
Raccomandiamo di portare con se la nuova tessera sanitaria. Chi ne fosse sprovvisto, contatti la propria ASL di appartenenza.

Condividi su