0961.963832 320.6650655 info@operacalabresepellegrinaggi.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Paese*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login
0961.963832 320.6650655 info@operacalabresepellegrinaggi.it

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Paese*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.

Already a member?

Login

Tour dei Balcani e Medjugorje

0
VOLO DA LAMEZIA
VOLO DA LAMEZIA
Dettagli disponibili a breve
Per essere aggiornato in tempo reale o ricevere i nostri cataloghi, scrivici una email con i tuoi dati o cantattaci su whatsapp:
0961.963832
320.6650655
info@operacalabresepellegrinaggi.it
Aggiungi alla lista dei desideri

Adding item to wishlist requires an account

513

Itinerari che potrebbero interessarti

India del Nord e Rajasthan

Egitto

Turchia e Cappadocia

Hai una domanda?

Non esitare a contattarci. Il nostro staff è a disposizione per dare una risposta a tutte le tue domande.

0961.963832 – 320.6650655

info@operacalabresepellegrinaggi.it

Iscriviti alla Newsletter

I vantaggi per te
Offerte
Esclusive
Last
Minute
Priorità
Sulle Novità


  • 8 Giorni
  • Dal 30 Agosto al 6 Settembre
  • Volo da Lamezia
  • Balcani
  • 1 bagaglio da stiva e 1 a mano
  • Hotel 4 stelle
  • Supp. Singola € 270,00
  • Pensione Completa
  • Guide locali in Italiano
  • Accompagnatore Tecnico
  • Quote bambini su richiesta
TOUR CULTURALE - RELIGIOSO

1° GiornoLamezia Terme - Belgrado

Ritrovo dei partecipanti presso l’aeroporto di Lamezia Terme, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo diretto per Belgrado. All’arrivo sistemazione in autobus GT e giro panoramico della città: Museo della Storia della Jugoslavia e la Casa dei Fiori, Il Complesso Reale e il tempio di San Sava. Tempo libero a disposizione attraverso le vie del centro. Trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate al gruppo, cena e pernottamento.

2° GiornoBelgrado: Kalemegdan

Sveglia e prima colazione in hotel. Tour a piedi attraverso la parte più antica della città, fino a raggiungere la Fortezza di Belgrado e il Kalemegdan Park dal quale sarà possibile godere dell’incantevole panorama della città. Pranzo. Nel pomeriggio, giro in battello sul fiume Sava e sul Danubio (durata 1.5h). Al termine, rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° GiornoBelgrado - Zagabria

Sveglia e prima colazione. Partenza con autobus Gt per Zagabria (400 km). Arrivo nella capitale Croata, sistemazione nelle camere riservate in hotel. Pranzo. A seguire tour guidato della città. Oggi è il vero centro dell’industria, dell’istruzione, dell’economia e della vita culturale nel paese. Visita Kaptol (la parte medievale di Zagabria), il monastero Francescano e l’adiacente chiesa di San Francesco, che secondo la leggenda risale al 13 ° secolo, ai tempi di San Francesco d’Assisi. Passeggiata attraverso il mercato degli agricoltori Dolac e la chiesa barocca del XVIII secolo di Santa Maria. Il tour terminerà nel cuore di Zagabria, presso il monumento di Ban Josip Jelačić nella piazza che porta il suo nome. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

4° GiornoZagabria - Plitvice National Park - Zadar

Sveglia e prima colazione. Partenza con autobus GT per Plitvice, patrimonio Unesco, la sua bellezza risiede nei suoi sedici laghi e verdi cascate collegati tra loro da una serie di cascate e immersi in una lussureggiante foresta, profondo bosco popolato da cervi, orsi e rare specie di uccelli. Pranzo in corso d’escursione.
Nel pomeriggio partenza per Zadar. Arrivo e visita guidata del centro storico e del caratteristico porto a forma rettangolare affacciato su una grande baia. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

5° GiornoZadar - Medjugorje

Sveglia e prima colazione. Partenza con autobus GT per Medjugorje. Sistemazione in hotel e pranzo. Inizio delle attività del Santuario. Cena e pernottamento.

6° GiornoMedjugorje

Pensione completa in hotel. Salita e Via Crucis sul Monte Krizevac (Monte della Grande Croce); Per anziani e malati è prevista la Via Crucis nelle stazioni poste dietro la chiesa di San Giacomo; Incontri testimonianze, momenti di preghiera comunitaria, partecipazione alla Santa Messa. Pernottamento.

7° GiornoMedjugorje - Sarajevo - Zvornik

Sveglia e prima colazione. Partenza per Sarajevo. Visita guidata della città vecchia, il vivace quartiere turco con le sue moschee il grande bazar. Proseguimento con la visita al Museo del Tunnel, costruito durante il conflitto dei Balcani allo scopo di collegare Sarajevo con il resto della Bosnia. Pranzo. Al termine partenza per Mali Zvornik. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

8° GiornoZvornik - Belgrado - Apt Lamezia

Sveglia e prima colazione. Partenza per l’aeroporto di Belgrado; disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per il rientro a Lamezia Terme con volo diretto. FINE SERVIZI

N.B.Il programma è soggetto a variazioni per esigenze organizzative o per gli operativi dei voli.

Dettagli

Aeroporto di Partenza e Arrivo

Aeroporto di Lamezia Terme (Visualizza sulla Mappa)

Ritrovo/Convocazione

Fare riferimento al foglio di convocazione

La Quota Comprende

  • Volo da Lamezia Terme
  • Tasse aeroportuali
  • Trasporto in bus privato per l’intera durata del tour
  • Sistemazione in hotel 4 stelle centrali: 2 notti a Belgrado, 1 a Zagabria, 1 a Zadar, 2 a Medjugorje e 1 a Zvornik con trattamento di pensione completa dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo giorno
  • Bevande ai pasti: ½ lt acqua e ¼ di vino
  • Accompagnatore di lingua italiana
  • Visite guidate come da programma
  • Crociera di 1.5h sul fiume Sala e Danubio
  • Ingressi a Belgrado, Zagabria, Plitvice, Zadar e Sarajevo
  • Assicurazione medico bagaglio
  • Kit di cortesia

La quota non comprende

  • Mance
  • Eventuale tassa di soggiorno
  • Polizza contro la Penalità di Annullamento (facoltativa vedi Informazioni Utili riportate sul nostro Sito Web)
  • Ingressi non espressamente menzionati
  • Extra di natura personale e tutto quanto non espressamente indicato a “La quota comprende”

Documenti da scaricare

Informazioni Utili

DOCUMENTI:

  • Serbia: A partire dal 12 giugno 2010, i cittadini dei Paesi membri dell’Unione Europea possono viaggiare nella Repubblica di Serbia avvalendosi anche della sola carta di identità valida per l’espatrio, e non solo del passaporto, per un periodo di soggiorno che non ecceda i 90 giorni. Per periodi di soggiorno eccedenti i 90 giorni, è necessario richiedere un permesso di residenza temporaneo.
    Qualora in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata, si prenda visione di Informazioni Generali  “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero” sul sito www.viaggiaresicuri.it .
    Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
    Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare Informazioni Generali “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero di minori” sul sito www.viaggiaresicuri.it.
  • Croazia: È sempre necessario portare con sé un documento di viaggio valido per l’espatrio (anche per i viaggiatori minorenni). Si raccomanda ai connazionali di verificare in anticipo la validità dei propri documenti di viaggio (carta di identità e/o passaporto). A partire dal 7 aprile 2017, in attuazione del Regolamento dell’Unione Europea 458/2017 del 15 marzo 2017, sono possibili controlli di identità rafforzati alle frontiere esterne dell’Unione Europea. Tali misure potrebbero comportare ritardi e disagi.
    Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio:
    La Croazia è membro dell’Unione Europea dal 1° lugli o 2013, ma non ancora membro dell’area Schengen. E’ dunque necessario viaggiare con un documento di riconoscimento in corso di validità (passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio). La validità residua del passaporto richiesta è di novanta (90) giorni dalla prevista data di conclusione del soggiorno.
  • Bosnia Erzegovina: CARTA DI IDENTITÀ VALIDA PER L’ESPATRIO – PASSAPORTO in corso di validità con validità residua di almeno 3 mesi dal momento dell’uscita dal territorio bosniaco Per cittadini non italiani è necessario, oltre al passaporto, il permesso di soggiorno con validità residua di 3 mesi dal momento dell’uscita dal territorio bosniaco

ATTENZIONE! LA CARTA D’IDENTITA’ CON TIMBRO DI RINNOVO NON E’ VALIDA

BAGAGLIO: 1 bagaglio in stiva da 23kg e 1 bagaglio a mano da 8kg.

TELEFONO:

  • Serbia: Per chiamare la Serbia dall’Italia, comporre lo 00 381 (prefisso del paese) + il prefisso delle città (Belgrado: 11; Novi Sad: 21 Nis: 18 + il numero desiderato.  Per chiamare l’Italia dalla Serbia, comporre lo 00 + 39 + il numero desiderato comprensivo di 0 iniziale.
  • Croazia: Il prefisso telefonico per chiamare la Croazia è +385, a cui deve seguire il prefisso e poi il numero della zona in cui alloggiate. La copertura del telefonino è buona nelle zone turistiche, non eccellente nelle altre zone. Per chiamare dalla Croazia verso l’Italia, dovete comporre +39 seguito dal prefisso e poi dal numero.
  • Bosnia Erzegovina: Dalla Bosnia per telefonare in Italia il prefisso è 0039 seguito dal numero di telefono desiderato comprensivo di prefisso italiano.
    Dall’Italia per telefonare su di un numero Bosniaco occorre digitare il prefisso 00387 36 seguito dal numero di telefono desiderato.

CLIMA E ABBIGLIAMENTO:

  • In Serbia il clima è continentale, con inverni freddi ed estati calde. Le temperature medie a Belgrado e nelle località di pianura della Serbia sono un po’ più basse di quelle della pianura padana, ma gli sbalzi termici sono più grandi. L’estate è calda, con escursioni termiche abbastanza pronunciate, e notti in genere fresche. Infatti spesso la minima è intorno ai 14/15 gradi e la massima intorno ai 30. Ma nei periodi, in genere brevi, in cui arrivano masse di aria calda di origine africana, la continentalità rende il caldo opprimente, con temperature che possono superare i 40 °C.  Consigliamo  vestiti leggeri, magliette a maniche corte, ma anche pantaloni lunghi, giacca leggera e felpa per la sera; ombrello e scarpe comode.
  • La Croazia ha un clima tipicamente mediterraneo sulle coste e tipicamente balcanico man mano che ci si sposta verso l’interno. Le zone dove amano andare gli italiani (coste e isole) hanno estati secche e calde, inverni miti e umidi. Ricordatevi che la Croazia non è solo mare, potete visitarla quasi tutto l’anno con piacere.
  • A Medjugorje si suggerisce un abbigliamento comodo e informale, possibilmente “a strati” per i periodi invernali, in particolare scarpe sportive (tipo trekking) adatte per la risalita della Collina delle Apparizioni e del Monte Krizevac. Si consiglia di portare una torcia per le risalite serali dei Monti, una piccola Bibbia. Per chi ha difficoltà a rimanere in piedi a lungo, può rivelarsi utile uno sgabellino portatile (che si può acquistare anche sul posto economicamente): buona parte delle funzioni è gremita, in particolare è difficile trovare posto in chiesa se non si giunge con largo anticipo alle celebrazioni.

FUSO ORARIO: identico all’Italia

VALUTA:

  • Serbia: La moneta è il dinaro serbo. 1 euro equivale a circa 117,55 dinari. Le carte Visa e MasterCard sono crescentemente accettate a Belgrado.
  • Croazia: La moneta ufficiale croata è la Kuna (1 kuna è divisa in 100 lipe). Attualmente il cambio oscilla tra 7 e 7,5 kune per ogni euro. Gli uffici di cambio si trovano facilmente, soprattutto nelle località più turistiche. Il cambio può essere fatto sia in banche, uffici cambio ed uffici postali, anche in molti alberghi, agenzie di viaggio. Le carte di credito più conosciute come (Eurocard/Mastercard, Visa, Diners) sono normalmente accettate da hotel e negozi.
  • Bosnia Erzegovina: Marco bosniaco (BAM) detto anche Marco convertibile, 1 €=1,96 BAM.  Le carte Visa e MasterCard sono crescentemente accettate in Bosnia. L’Euro viene accettato nella maggior parte dei negozi.

VOLTAGGIO: vi è lo stesso voltaggio che in Italia, gli apparecchi funzionano a 220 volt.

SANITA’:

  • Serbia: La preparazione del personale medico e sanitario è in genere di buon livello.
    Salvo poche eccezioni, le strutture sanitarie sono carenti nelle attrezzature, nella disponibilità di medicinali e nel servizio.

    Nelle farmacie sta aumentando la disponibilità di medicinali. A coloro che necessitino di medicinali particolari si consiglia comunque di premunirsi di una scorta adeguata prima di entrare nel Paese.
    Il pagamento delle eventuali prestazioni mediche è richiesto in contanti.

    Non è necessario nessun tipo di vaccinazione.

  • Croazia: L’assistenza sanitaria risulta essere di livello discreto. Per quanto riguarda la salute pubblica, la Croazia non presenta, infatti, particolari rischi, non riscontrandosi né la presenza di focolai di malattie contagiose, né particolari fenomeni di inquinamento. Si registrano, in alcuni casi, carenze di materiali, di strutture e di farmaci. I nomi dei prodotti non corrispondono spesso a quelli italiani. E’ bene portare con sé i foglietti informativi del farmaco di cui si ha bisogno al fine di consentire al medico locale ed al farmacista l’identificazione del principio attivo. Gli antibiotici assunti per via intramuscolare possono essere somministrati solo presso le strutture ospedaliere o, al di fuori da esse, da personale medico.
  • Bosnia Erzegovina: Le strutture ospedaliere locali sono in via di progressivo miglioramento, soprattutto nella capitale e nelle principali città anche per interventi di pronto soccorso, ma rimangono, per carenza di mezzi e di personale, non in linea con gli standard europei. Avvertenze: La cattiva conservazione degli alimenti nei mercati e nei negozi può essere causa di spiacevoli disturbi e intossicazioni. Si raccomanda pertanto la massima prudenza negli acquisti di generi alimentari che possono essere effettuati anche nei punti vendita di grandi distributori presenti nelle principali città del Paese.

LINGUA:
Serbo-Croata….nelle differenti regioni dei Balcani si parlano quattro varietà standardizzate della lingua serbo-croata.

Foto
Condividi su